QUALI SONO I PROBLEMI CHE AFFRONTANO I GIOVANI AL GIORNO D’OGGI E COME RISOLVERLI

Chiara Iacono Manno_WHAT PROBLEMS YOUNG PEOPLE ARE FACING TODAY AND HOW TO SOLVE THEMSempre più spesso sentiamo parlare dei giovani di oggi come di una generazione smarrita. L’adolescente oggi si trova ad affrontare una crisi d’identità la quale lo porta a non sentirsi rispecchiato in alcun valore. Spesso non ha però l’esperienza né la forza per affrontare da solo in modo costruttivo lo stress e l’ansia derivanti da questa crisi. Cresce quindi coltivando una bassa autostima nei propri confronti, non si apprezza, vivendo l’adolescenza in uno stato cronico di rifiuto e insicurezza.

Dall’altra parte il ragazzo può cercare di soffocare questo sentimento ributtandolo sull’altro, ricercando sicurezza nel prevaricare l’altro attraverso aggressività e forme di bullismo. Per questo, gli adolescenti necessitano di una giusta guida nel loro percorso, altrimenti possono facilmente incappare in comportamenti distruttivi o, al contrario, diventare facile preda di bullismo e/o prepotenza del più forte.

Nelle nuove generazioni, inoltre, sembra venir meno il concetto di giusta disciplina a cui i nostri genitori e nonni erano tanto abituati. Il ragazzo non è più tanto abituato ad ubbidire, ma si ritiene al contrario autorizzato a disubbidire, trasgredire la regola, “fare quello che gli pare”; dall’altra parte l’adulto cerca di porsi come amico dell’adolescente “difficile”, dettando regole poche chiare e non punendo l’eventuale trasgressione. Questo atteggiamento un po’ lassista accresce il sentimento di ribellione e menefreghismo tipico del giovane di oggi.

La muay thai, in riferimento a questi problemi, si presta allora come uno sport adeguato per supportare il giovane di oggi nella costruzione di una solida identità e per insegnargli disciplina e rispetto.

La muay thai è una disciplina antichissima che prevede un addestramento serio e durissimo.

Tuttavia quando la si insegna ai più giovani è bene presentarla più come un gioco che come un addestramento, focalizzando l’attenzione su regole, rispetto e divertimento.

Tutte le tecniche quindi, dai calci ai pugni alle prese devono essere vissute come un gioco in cui ciò che principalmente conta è divertirsi nel rispetto delle regole e soprattutto dell’avversario. In questo sport il ragazzo non è solo ma si trova all’interno di un gruppo, il quale è guidato da un maestro che detta le regole del gioco. In questo modo ognuno sperimenta le relazioni sociali: ogni ragazzo, come ogni uomo è inserito in un mondo dove relazioni, rapporti e gerarchie sociali sono fondamentali.
In secondo luogo la muay thai aiuta i giovani a rafforzare la propria personalità. Infatti un ragazzo cosciente a pieno dei propri mezzi è sicuro di sé, nell’utilizzo della propria mente, nell’impiego del proprio corpo, nello sviluppo delle proprie relazioni sociali.

Attraverso il gioco della lotta, il ragazzo lascerà l’insicurezza per far posto alla formazione di una personalità equilibrata capace di sfruttare a pieno tutte le potenzialità dell’individuo nella conoscenza dei propri limiti e nel rispetto delle regole, lavorando sulla propria autostima attraverso una sana competizione con l’altro e con i propri limiti.

La muay thai quindi si pone come uno sport completo poiché oltre ai benefici derivanti da un qualsiasi sport, insegna il rispetto delle regole, del maestro e dei compagni, rafforza la propria personalità nonché autostima e, al contrario di quel che si potrebbe pensare non esalta, nè stimola la violenza, ma porta alla consapevolezza del pericolo, al controllo dell’aggressività.